Legge Salva Bebe’: arrivano gli incentivi fiscali

Legge Salva Bebè: arrivano gli incentivi fiscali

 

Un tema sicuramente molto attuale, quello dei dispositivi Salva Bebè, nato dai ripetuti casi di bambini dimenticati nelle auto. Nasce così l’esigenza di inserire nelle nostre auto, un dispositivo che ci avverti quando usciamo dalla macchina; nessuno vorrebbe dimenticare il proprio figlio nell’auto, eppure, troppe notizie di questo genere sono presenti nella cronaca, forse perché siamo schiavi della routine e della frenesia.

Il 26 Settembre il Consiglio di Stato ha dato PARERE FAVOREVOLE al nuovo decreto contenente i requisiti tecnici dei dispositivi anti abbandono. La legge che prevede l’obbligo di utilizzo dei dispositivi anti abbandono, diventerà presto operativo al 100%, per cui le case produttrici, hanno potuto mettere a punto i loro dispositivi, accertandosi che rispettino tutti i punti richiesti e cominciare la vendita dei salva bebè.

Ora, il Consiglio di Stato ha richiesto di rendere coerente l’obbligo di utilizzo dei dispositivi anti abbandono (previsto fino a 4 anni compiuti), con l’obbligo dell’utilizzo del seggiolino auto (fino a 150 cm, circa 12 anni) e di definire una nuova data di decorrenza dell’obbligo.

Ora ci sarà la pubblicazione di un nuovo decreto ed indicazione della data di inizio dell’obbligo.

Ministro Paola De Micheli

Legge Salva Bebè: Incentivi fiscali

 

Il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli aveva espresso la volontà di aumentare il valore delle agevolazioni e il tempo per usufruirne (per ora €2M entro il 2020). Finalmente, si comincia a definire una cifra:

per ogni dispositivo è previsto un contributo di €30

Gli incentivi saranno validi fino ad esaurimento dei fondi stanziati, pari a €16.1M totali in 2 anni: €15.1M per il 2019 e €1M per il 2020.

Ad oggi, non sono ancora note le modalità per usufruire degli incentivi, per cui bisognerà attendere ancora qualche giorno.

 

Seguite tutti gli aggiornamenti sul nostro blog.

 

Lascia un Commento